go backTornare al blog

I collaboratori: i vostri migliori ambasciatori?

Are Your Employees the Best Brand Ambassadors?

La reputazione della vostra azienda si basa in gran parte sulla soddisfazione del cliente. Ma ciò che viene spesso trascurato è l’importanza dei lavoratori nella costruzione e nel rafforzamento del vostro employer branding. Possono persino diventare un eccellente trampolino di lancio per migliorare la vostra immagine di fronte al grande pubblico. Il modo migliore per farlo? Una strategia di employee advocacy, basata sulla valorizzazione e la realizzazione sul lavoro dei vostri dipendenti, rendendoli così i migliori ambasciatori del vostro marchio.

Rendere felici i collaboratori quotidianamente

Buon datore di lavoro, buon ambasciatore del marchio! Questo è il motto da adottare per rendere il programma di employee advocacy un successo. Chiaramente, un dipendente che trova la felicità al lavoro e rispetta l’azienda per la quale opera quotidianamente, diffonderà un’immagine positiva del suo datore di lavoro, sia ai conoscenti che ai follower in rete. Ed è noto che il passaparola ha la capacità di diffondere una buona reputazione molto più velocemente e più efficacemente di una campagna pubblicitaria.

Spetta a voi sfruttare al massimo la fama che i vostri dipendenti possono portarvi offrendo loro un’esperienza di lavoro appagante all’interno della vostra azienda. La vostra sfida: assicurarvi la loro fedeltà soddisfacendo le loro aspettative, proprio come fate voi con i vostri clienti. Offrire loro un’esperienza professionale di qualità, sviluppando l’accesso a percorsi lavorativi diversificati. Assistendoli nel loro desiderio di sviluppo professionale, contribuite allo sviluppo delle capacità individuali e della fiducia in se stessi dei vostri dipendenti.

L’ambiente e le condizioni di lavoro sono anch’essi fattori motivanti che potete utilizzare per rendere felici i vostri dipendenti. Oltre a uffici accoglienti e ben attrezzati, è possibile fornire aree di relax con calcio balilla, ping pong e console di gioco. Potete anche tenere alto il morale dei vostri dipendenti offrendo laboratori creativi, sessioni sportive, afterwork o viaggi aziendali che svilupperanno la loro complicità e lo spirito di squadra. Grazie a un’organizzazione flessibile che si adatta ai loro impegni quotidiani, li aiuterete anche a trovare un buon equilibrio tra le loro occupazioni professionali e familiari. Orari di lavoro scaglionati o giorni di home-office sono soluzioni facili da implementare e favoriscono la soddisfazione dei collaboratori. Completate questa organizzazione del lavoro con un sistema di benefici che sia perfettamente connesso ai bisogni dei vostri dipendenti e avrete ottenuto degli ambasciatori del marchio. Offrendo loro dei vantaggi, dei servizi vari a costo ridotto o degli sconti su prodotti di consumo popolari, li porterete sicuramente a parlare con orgoglio della vostra azienda.

Circondatevi di un team di influencer motivati

Sapevate che una approccio efficace all’employee advocacy può aumentare la visibilità del proprio marchio di 14 volte, secondo Sociallymap? Questa constatazione dovrebbe spingere i datori di lavoro che trascurano questa risorsa di marketing a cambiare radicalmente la loro strategia. Bastano pochi semplici trucchi per trasformare i tuoi dipendenti in ambasciatori dell’azienda.

a) Scovare i dipendenti più attivi
Prima di tutto, analizzate le vostre risorse interne identificando i dipendenti più influenti sui social network. Il numero di follower, di like e di post è una misura affidabile del loro potenziale di pubblico e della loro reattività per aumentare la tua reputazione sul web.

b) Favorire i canali multipli
È diversificando i mezzi di comunicazione che potete dare più prestigio al vostro employer branding. I social network come LinkedIn o Twitter offrono una visibilità reale grazie agli account personali dei dipendenti. Ma puoi anche creare il tuo blog o la tua pagina Facebook dove i dipendenti possono condividere i loro commenti e reagire ai tuoi post. Alcuni datori di lavoro scelgono di definire una linea editoriale, focalizzata per esempio sulle notizie aziendali o sulle innovazioni legate alla sua attività, al fine di guidare i temi affrontati dagli influencer. La chiave è evitare la trappola dei commenti troppo lusinghieri in modo che i contributi dei dipendenti rimangano autentici.

c) Motivare i tuoi micro-influencer
I vostri ambasciatori del marchio saranno tanto più disposti a promuovere la vostra azienda se date loro il desiderio di essere coinvolti. Incoraggiate i loro contributi sui social network o sul vostro sito web offrendo attività motivazionali come giochi online o la partecipazione a seminari. La società di telecomunicazioni Swisscom, per esempio, ricompensa i suoi influencer più attivi con punti che danno diritto a buoni o regali.

Iniziate la vostra trasformazione digitale delle risorse umane

Scoprite come Swibeco può aiutarvi a gestire il vostro piano di benefits aziendali e a coinvolgere efficacemente i vostri dipendenti. Senza alcuna installazione tecnica da parte vostra.

Richiedere una demo